Dal 27 Luglio al 2 Agosto oltre 70 giocatori professionisti scenderanno in campo al Circolo Canottieri Padova per contendersi il titolo della prima edizione del torneo Alì Padova Open. Approda per la prima volta nella storia del Canottieri Padova un torneo appartenente al circuito ATP Challenger Tour che coinvolge 140 città in tutto il mondo. Il circuito, promosso dall’Associazione Tennisti Professionisti, prevede una serie di tornei internazionali maschili studiati per consentire a giocatori dalla 51^ posizione al mondo in poi, di acquisire un ranking sufficiente per accedere ai tabelloni principali o di qualificazione dei tornei ATP Tour 250 series o ATP Tour 500 series.  Il montepremi del torneo ammonta a $ 54.160,00 e coinvolgerà oltre 70 giocatori provenienti da tutte le parti del mondo, insieme ai loro coach ed accompagnatori. Insieme agli altri eventi, il torneo ATP Challenger di Padova rappresenterà per la Regione Veneto una vetrina di visibilità su scala nazionale ed internazionale di assoluto prestigio, garantendo uno spettacolo sportivo indimenticabile. Un lavoro di collaborazione quello messo in campo dal consiglio direttivo del Circolo Canottieri Padova, insieme a Marcello Marchesini di MEF tennis events, società specializzata nella realizzazione di eventi sportivi, che organizza altri 5 tornei ATP Challenger in Italia (Todi, Perugia, Francavilla al Mare, L'Aquila, Parma). L'obiettivo è quello di offrire agli appassionati uno spettacolo di livello superiore, il torneo maschile infatti sostituirà lo storico ITF femminile, giunto alla 15esima edizione. I tornei del circuito ATP Challenger sono infatti i più prestigiosi appuntamenti tennistici nel territorio nazionale dopo gli Internazionali BNL d'Italia, grazie alla partecipazione di giocatori e personalità del tennis di grande fama. Nel 2019 i tornei targati MEF tennis events hanno visto la partecipazione di giocatori come Paolo Lorenzi, Simone Bolelli, Tommy Robredo, Federico Delbonis, Albert Ramos-Vinolas, Lorenzo Musetti, Stefano Travaglia e molti altri, incluse personalità

Continue Reading

 1
  Alla Canottieri hanno aspettato 15 anni per vedere un’italiana alzare al cielo la targa assegnata alla vincitrice del torneo Padova Challenge Open $ 25.000; più volte una giocatrice azzurra aveva giocato la finale del più importante torneo tennistico femminile del Veneto senza mai riuscire a primeggiare. E’ stata Martina Caregaro a infrangere questo tabù e a far suo il trofeo, quest’anno arricchito dal winner award “Memorial Magni” che assegnava alla vincitrice del singolare un extrapremio di ben  $ 5.000.  Alla fine di una settimana di ottimo tennis sul campo centrale della Canottieri si sono presentate Martina Caregaro (446) e Paula Goncalves (532) per giocare l’atto conclusivo del torneo, il più atteso. Il pronostico del numeroso pubblico che ha assistito alla partita propendeva per la vittoria della brasiliana, che aveva colpito per il regolare gioco fatto di colpi tesi sia di dritto che di rovescio, non disdegnando precise conclusioni a rete. Anche il tennis di Martina presentava questi colpi ma non con la continuità necessaria per poter portare a casa il risultato. Tutte e due le giocatrici venivano da una semifinale disputata al meglio dei 3 set, forse Paula risentiva della più impegnativa partita giocata nel tardo pomeriggio di sabato contro Bianca Turati, protrattasi anche per l’interruzione dovuta a un breve temporale. I 2 set sono stati quasi una fotocopia uno dell’altro; la Caregaro ha perso sempre il servizio iniziale trovandosi subito sotto di 2 game; la giocatrice non si è arresa, giocando numerosi vincenti ha recuperato velocemente il break e si è portata sul 4/4; a questo punto è stata la Goncalves ha perdere il nono gioco e permettere a Martina di servire prima per il set, e poi per il match, al decimo gioco, vincendo la prima e la seconda partita con lo stesso punteggio di 6/4, in

Continue Reading

 Like